Pulci cane e gatto: ecco il segreto della difesa efficace.

pulci cane e gatto

Le pulci sono fastidiosissimi insetti ematofagi (cioè che si nutrono di sangue), proprio come le zanzare.
Saltano sul pelo dei nostri cani e gatti per pungerli e succhiarne il sangue che serve alla pulce per progredire nel suo ciclo vitale e replicarsi.

Resistenti agli ambienti freddi, si infilano nelle fessure delle pareti, in attesa che vengano periodi più favorevoli per la loro sopravvivenza. In questo articolo cercherò di darti le indicazioni per difenderti in modo efficace e riconoscerne la presenza in tempo!!

Pulci cani e gatti.

Le pulci possono infestare i cani, gatti, ma anche piccoli mammiferi e anche gli uccelli!

Ce ne sono di diversissime specie ma quella che troviamo più di frequente è la Ctenocephalides felis .

Piccola (il suo corpo non supera i pochi millimetri) è marrone con delle zampette che le consentono di saltare da terra sull’animale ed un rostro che punge e succhia per nutrirsi e riprodursi.
Per farlo scende, deposita le uova che nel giro di 14 giorni (ma possono diventare anche 140 a seconda delle condizioni ambientali) diventano larve, poi pupe e quindi adulti, pronti a risalire sul peloso.

Come riconoscere le pulci sul cane o gatto? Ecco i sintomi di pulicosi.

L’entità dei sintomi e la loro gravità dipendono dalla quantità e dal grado di infestazione del paziente.

Considerando la dimensione molto ridotta del parassita, è possibile che non ci si accorga immediatamente della loro presenza, soprattutto se il cane non è sofferente e non ha un particolare fastidio (non tutti infatti sono allergici al loro morso o troppo sensibili, e ne parleremo più giù nel testo).

Come abbiamo già detto nell’articolo sulla prevenzione delle parassitosi, il sintomo più frequente è certamente il prurito, che può essere più o meno intenso a seconda della quantità di parassiti e sensibilità del soggetto punto.

pulci residui sul pelo

Altri segnali sono:

  • presenza di feci di pulce sul pelo, che si manifestano come piccoli residui marroni immobili,
  • irritazione cutanea, con rossore disseminato, soprattutto nella zona lombare, dorsale e all’attaccatura della coda,
  • in caso di infezione batterica secondaria, soprattutto se c’è prurito intenso, si possono creare delle zone in cui si formano delle vere e proprie croste.

Perché è importante prevenire l’infestazione da pulci? Perché potrebbero infestare anche l’uomo !!

Le pulci, potrebbero essere portatrici di altre malattie, soprattutto di origine batterica, piuttosto gravi (relativamente poco frequenti), mentre sono più spesso portatrici di verminosi intestinale, il Dipylidium caninum, verme che potrebbe infestare anche l’uomo.

E’ il motivo per cui, in caso troviate il cane infestato da pulci, è sempre il caso di fare anche un trattamento profilattico per questo verme.

Inoltre le pulci, qualora non trovassero altra preda, potrebbero tranquillamente attaccare anche l’uomo. Questo potrebbe succedere in caso di grave infestazione della casa per cui i parassiti, potrebbero salire non solo sugli ospiti a 4 zampe, ma anche sulle persone.

Il mio cane ha le pulci cosa fare? Come liberare il cane dalle pulci.

Se hai trovato delle pulci sul cane, la prima cosa da fare è riuscire ad eliminarle.

Per fare questo hai diverse soluzioni:

  • bagni antiparassitari,
  • spray antiparassitari,
  • polveri antiparassitarie da diluire in acqua e distribuire sul cane con spugnature o bagni: per questi prodotti è sempre meglio chiedere al proprio medico le dosi e le giuste diluizioni in base al peso, età e razza del paziente.

Tutti questi, ti consentono di eliminare i parassiti in maniera istantanea e quindi liberare il cane (o gatto, o coniglio) dal fastidio.

Per gli spray, fai attenzione a massaggiarli molto bene, andando anche contro pelo: dovrai far si che il corpo sia tutto impregnato dalla lozione in modo che i parassiti non abbiano punti in cui potersi rintanare.

Esistono diversi prodotti in commercio, non ultimi anche shampoo all’olio di Neem che, di origine vegetale, riescono ad essere efficaci e meno aggressivi.
Fai però attenzione ai componenti e alle percentuali di estratto presente all’interno: se c’è la dicitura “a base di” significa che la quantità è proprio bassa e quindi potrebbero non essere troppo utili allo scopo.

In ogni caso sarà necessario ripetere più volte il trattamento, fino a completa scomparsa dei parassiti e si dovrà trattare tutti gli animali in casa, anche se apparentemente non infestati, conigli compresi.

Usa i guanti e mascherina.

A volte, soprattutto per alcuni principi attivi dati in spray, il liquido, volatile potrebbe dare fastidio alle prime vie aeree, per cui potresti utilizzare una piccola mascherina per schermarti naso e bocca.

Questi accorgimenti però non fanno parte della prevenzione e non servono a lungo termine, ma soltanto per eliminare i parassiti presenti sull’animale in quel momento.

Il problema infatti andrà affrontato con trattamenti che consentano la non reinfestazione a lungo termine.

Dopo quanto muoiono le pulci?

Se si utilizzano insetticidi facendo i bagni o spray, normalmente muoiono subito, un po’ come quando spruzzi una bomboletta su una mosca. Ovviamente dovrai aver fatto un bagno completo del cane.

E’ possibile comunque che qualche parassita sia riuscito a sopravvivere, anche e soprattutto se si utilizzano olio essenziale o altri prodotti meno aggressivi. E’ questo il motivo per cui è sempre indicato fare più sedute a distanza di qualche giorno.

Inoltre se ci sono larve in casa queste diventano adulte e quindi il ciclo ricomincia.

Ho trovato delle pulci sul cane, ma è un cucciolo, cosa fare?

In questo caso bisogna fare molta attenzione ai prodotti da utilizzare e il consiglio è certamente di chiedere consulto al proprio veterinario, che valuti la razza e l’età del cane o altra specie, per evitare che il principio attivo utilizzato sia troppo aggressivo.
Lui ti indicherà il prodotto adatto e il dosaggio.

Ma le pulci sono soprattutto in casa: cosa fare?

Se il tuo gatto o cane vive in casa e hai trovato una sua infestazione massiccia, sappi che il problema più fastidioso te lo sei portato proprio dentro le mura.
Le pulci infatti, come ti ho già detto, sono adulte sull’animale, ma poi scendono e si insediano dove lui dorme, nelle fessure dei divani, tappeti, dove ha la sua cuccia, per depositare le uova.
C’è da dire che, per fortuna, tendono a depositare le uova tutte in un punto,  per cui non dovresti trovarle in ogni dove…..(ti vedo già armato in giro per casa….).

E’ chiaro che, se c’è un sempre minor numero di adulti, anche le larve si ridurranno gradualmente, ma è anche vero che è utile eliminarle dall’ambiente il prima possibile.

Per fare questo, è necessario:

  • pulire con aspirapolvere bene nelle fessure, intercapedini, tappeti, cuccia, la brandina del cane;
  • lava spesso la brandina o il cuscino dove dorme il peloso;
  • utilizza prodotti insetticidi ambientali che abbiano anche azione sull’adulto e sulle forme larvali;
  • nei giardini, utilizza prodotti da spargere con pompe, soprattutto nelle fessure ed intercapedini dei muri, dove l’animale dorme (se si mette anche fuori).

Se hai trovato tracce di topi, attenzione perché sono forti portatori di infestazioni da pulce.

Gli antiparassitari ambientali dovrebbero essere ripetuti dopo circa 10 gg e comunque tutto l’anno.

Prevenzione contro l’infestazione da pulci: come fare?

In un precedente articolo abbiamo fatto tutte le considerazioni circa la scelta della corretta formulazione antiparassitaria da utilizzare: se spot on, per bocca o collari e quindi ti rimando a quello scritto per sapere come sceglierli.

Qui invece ti indico quali prodotti consigliamo, perché riteniamo più efficaci.

Ti ricordo che i prodotti possono essere utilizzati per cani o gatti a seconda della formulazione indicata dalla casa farmaceutica e che le nostre non sono indicazioni assolute, ma solo una rassegna di ciò che noi troviamo utile per i nostri pazienti, della nostra zona. Quindi leggi, ma poi rivolgiti SEMPRE al tuo medico!

Non usare mai prodotti per cani, sui gatti, sono altamente tossici per loro!!

Prodotti contro le pulci per bocca.

  • NexgardNexgard spectra: per i cani a seconda che ci sia o meno la necessità di fare anche prevenzione per la filaria (versione spectra) per cui si valutano l’uno o l’altro a seconda del periodo in cui si deve trattare, se tarda primavera estate, più consigliato lo spectra, prima o durante l’autunno inoltrato e l’inverno, Nexgard normale.
  • (Bravecto)*: cani gatti. 

Prodotti contro le pulci spot on.

  • Front line: cani e gatti
  • Vectra 3D: cani
  • Advantix: cani
  • Broadline: cani e gatti
  • Stronghold: cani e gatti (anche per conigli)
  • Advantage: cani e gatti (anche per conigli)

I prodotti spot on devono essere applicati in modo corretto, pena la non efficacia del prodotto che, se va sul pelo e non sulla cute direttamente, non riesce ad essere assorbito e distribuito.

come mettere lo spot on antiparassitario sulla pelle del cane

antiparassitario, come applicare lo spot on. Fonte immagine

L’efficacia e la scelta dipende dal cane, dalla condizione climatica ed ambientale ed anche dalla necessità di trattare contro uno o più parassiti.
Inoltre,ultimamente abbiamo verificato una sempre maggior resistenza dei parassiti e quindi è piuttosto soggettivo, come anche la tolleranza del prodotto da parte dell’animale.
Sarà il tuo medico a decidere quale potrebbe essere il prodotto più idoneo al tuo caso.

Prodotti contro le pulci collari.

  • Seresto
  • (Scalibor)*

Allergia alle pulci nel cane.

Non è raro riscontrare soggetti che, totalmente infestati da pulci, non si grattino granché.
Altre volte invece basta un solo morso del parassita per scatenare l’inferno!

E’ il caso dei cani allergici al morso della pulce, che vanno incontro a dermatite piuttosto grave e invalidante: la DAP (Dermatite Allergica da morso di Pulce).

L’allergia è dovuta ai componenti della saliva delle pulci che, mordendo ne rilasciano sulla pelle del cane. La reazione che ne consegue è un prurito fortissimo e incessante, che porta il cane a crearsi delle vere e proprie escoriazioni.

Non pensare sia cosa rara, ma anzi: è uno dei motivi più frequenti di prurito nel cane!

La diagnosi a volte non è semplicissima perché spesso, anche solo un parassita può provocare la reazione e il paziente può arrivare a visita con escoriazioni e complicanze dovute a infezioni batteriche secondarie che possono quindi complicare il quadro.

In caso di dubbio è possibile effettuare un esame per valutare la presenza di anticorpi (uno skin test di intradermoreazione), ma raramente si rende necessario, a meno di valutarne la possibilità insieme ad altre forme allergiche (ambientali).

Normalmente però, una corretta procedura antiparassitaria risolve il problema.

Tolti i parassiti, passa il prurito, ma le lesioni secondarie possono rimanere e quindi, in caso di gravi forme di infezione, può essere necessario un trattamento antibiotico.

Se il tuo cane è allergico alle pulci è necessario che la prevenzione contro l’infestazione sia fatta con prodotti ancora più efficaci, che quindi abbiano attività anche repellente e non solo abbattente.

In questo caso quindi saranno meglio efficaci i collari e gli spot on, mentre le terapie per bocca, hanno solo efficacia contro il parassita che punge, quindi non prevengono la puntura.

Terapia in caso di dermatite allergica alle pulci.

In caso di prurito incessante, e accertato (o si ha il sospetto) che sia dovuto alle pulci, è certamente indicato:

  • il trattamento antiparassitario con insetticidi che rimuovono gli adulti.
  • Si dovrà continuare poi la profilassi come da prevenzione descritta più su.
  • E’ sempre utile rinforzare la cute con una dieta corretta e integrazione con Omega 3 e 6.
  • E’ sconsigliato l’uso di farmaci bloccanti il prurito, se non per un periodo brevissimo, in quanto non risolutivi del problema.

Utilizzare spray repellenti soprattutto nel primo periodo in cui ci si è resi conto della presenza dei parassiti, può aumentare l’azione insetticida, stando sempre attenti però ai dosaggi, per non sovradosare e quindi rischiare di nuocere.

Bene per oggi è tutto. Se hai bisogno di valutare quale sia il più corretto protocollo per il controllo dei parassiti, puoi contattarci da questa pagina e non dimenticare di seguirci anche dalla nostra pagina Facebook.

*I prodotti che noi consigliamo, tra parentesi le seconde scelte. Queste formulazioni, hanno la caratteristica, comoda certamente, della lunga durata d’azione.
Tale aspetto però ha anche il rovescio della medaglia, per cui se il cane sopportasse male il farmaco, sarebbe di difficile gestione.

Pulci? Ecco i metodi davvero efficaci per eliminarle!! Guarda il video e approfondisci nel link😉📲 Ricorda di condividere per farlo sapere a più persone possibile! https://www.ambvetfioccoscalvi.eu/pulci-cane-e-gatto-guida-difesa-efficace/

Pubblicato da Dr A. Fiocco – Dr P.Scalvi su mercoledì 23 maggio 2018