Come rinfrescare il cane anche con l’alimentazione

D’estate, soprattutto negli ultimi tempi, il caldo è davvero insopportabile. Lo p non solo per noi, ma anche per i nostri amici a 4 zampe che, in questo periodo fanno fatica, tanto quanto noi.

Perché rinfrescare il cane

Come abbiamo più volte ricordato i cane ha un sistema di termoregolazione non troppo efficiente. Per questo motivo è importante avere una grande sensibilità verso questo aspetto e saper comprendere quando potrebbe essere a rischio di colpo di calore.

  • Se ansima eccessivamente
  • se la saliva è densa e vischiosa
  • se sembra affaticato
  • lento nei movimenti allora significa che ha bisogno di rinfrescarsi.

Come mantenerlo fresco per prevenire o intervenire prima che sia troppo tardi?

Vediamo alcuni consigli sempre utili:

  • metterlo all’ombra in un punto arieggiato.
  • In passeggiata portarsi sempre dell’acqua sia per farlo bere che per bagnarlo.
  • Utilizzare delle bandane rinfrescanti, che vanno messe in frigo o in freezer prima dell’utilizzo, che possono essere utili se fatte indossare prima di uscire in passeggiata. Meglio non metterla quando il cane è già visibilmente accaldato perché un brusco raffreddamento della gola potrebbe causargli problemi.
  • Usare le pettorine rinfrescanti, vanno immerse in acqua fredda e strizzate prima di essere indossate e favoriscono la dissipazione del calore.

Attenzione ai tappetini refrigeranti: non solo tanti cani non li gradiscono e non ci si sdraiano ma, troppo spesso, capita che li distruggano e vengano in contatto con le sostanze contenute all’interno che sono altamente tossiche non solo se ingerite ma possono provocare anche irritazione alla pelle.

Quali zone del corpo rinfrescare?

Le zone del corpo che vanno raffreddate sono

  • le zampe
  • il dorso
  • le ascelle
  • la zona inguinale.

Usa acqua non gelata, altrimenti potresti causare uno shock termico, ma a temperatura ambiente.
Anche l’alcool, evaporando velocemente, può aiutare ad abbassare la temperatura. Prima di usarlo però assicurati che non ci siano ferite o escoriazioni.
Se sei a casa mettilo nella vasca o nella doccia e bagnalo, mai con acqua troppo fredda, poi tamponalo per togliere l’acqua in eccesso e lascia che si asciughi da solo, ovviamente non sotto l’aria condizionata meglio se in mezzo a correnti d’aria che aiuteranno a rinfrescarsi.

Se, nonostante tutto la situazione non migliora, ricorda di avvertire subito il tuo veterinario: il tuo cane sta subendo un colpo di calore.

Come rinfrescarlo internamente?

Ovviamente è importante farlo bere. Per invogliarlo, quando sei a casa, possono essere utili le fontanelle per cani.
L’acqua corrente è molto più invitante di una ciotola d’acqua che, anche se cambiata nel corso della giornata, inevitabilmente si intiepidisce disvogliando il cane a bere, cosa che potrebbe metterlo a rischio disidratazione.

Soprattutto i cani anziani possono non sentire più lo stimolo della sete tanto quanto necessario.

Puoi anche preparare dei ghiaccioli alla frutta, o alla carne, in base ai gusti del tuo cane.

Basterà frullare la frutta che gli piace e farla congelare anche solo negli stampini del ghiaccio o nei bicchierini usa e getta.
Se il cane non ama la frutta, fai la stessa cosa con la carne: frulla e aggiungi acqua o brodo di cottura e poi fai congelare negli stampini col bastoncino.

Caldo e inappetenza cosa fare?

Col caldo il cane spesso diventa inappetente. Un buon metodo per cercare di farlo mangiare è dargli degli snack freschi, naturali e nutrienti.
Anche i gelati preparati con lo yogurt a cui puoi aggiungere:

  • mela
  • carota,
  • finocchio,
  • fragole,
  • banane,
  • albicocche,
  • melone,
  • parmigiano grattugiato,
  • oppure brodo vegetale o di carne.

Potrai poi aggiungere carne macinata, patata (sempre cotta), carota, zucchina, zucca o qualunque altra verdura lessata che gli piaccia.

Per fare il “gelato” basterà mettere nel freezer quello che hai frullato e ricordarti di mescolarlo ogni 15/20 minuti per un paio d’ore.

La porzione di gelato puoi tranquillamente metterla nella ciotola.
Se vuoi utilizzarlo anche per rinfrescare cani che sono comunque voraci nonostante il cado, magari mettine un po’ alla volta.
Se il  cane è particolarmente accaldato meglio rinfrescarlo prima esternamente.

Valuta le dosi e la possibilità di utilizzare lo Yogurt in base alla tolleranza del tuo cane a questo alimento.

In caso di inappetenza e alimentazione secca, un buon modo per risvegliare la fame potrebbe essere quella di scegliere le ore più fresche per la somministrazione della pappa.

Anche bagnare le crocchette prima della somministrazione potrebbe essere un buon modo.
Potreste anche ridurre la dose delle crocchette e inumidirle con il gelato sopra descritto.

Ricorda di consultare sempre il tuo nutrizionista prima di fare questi esperimenti!
Se l’inappetenza è, però, molto marcata, non dimenticare di avvertire il tuo veterinario che dovrà valutare se non sia legata a malessere di altro genere e non solo al caldo.