Perché scegliere la laparoscopia per sterilizzare il cane?

La laparoscopia veterinaria è una tecnica chirurgica che consente di intervenire in modo molto meno invasivo rispetto alla chirurgia classica.

In questo articolo ti spiego perché non dovresti neanche più pensare a fare la sterilizzazione in altro modo.

Sterilizzare il cane femmina in laparoscopia: si o no?

Sulla opportunità o meno di effettuare la sterilizzazione delle cagne abbiamo parlato già ampiamente in questo articolo.

Molti sono i vantaggi di questo intervento preventivo, a patto che venga effettuato in tempi corretti e quindi mai troppo presto.

La prevenzione di malattie come la piometra o i tumori mammari sono certamente i motivi più importanti ed è proprio questa la spinta che ti porta a superare i timori legati all’intervento, ai rischi legati all’anestesia, che tanto ti preoccupano, soprattutto se sei possessore di un cane brachicefalo.

Ma se hai già deciso di fare l’operazione, in questo articolo vorrei farti riflettere sulla possibilità di utilizzare una tecnica operatoria che abbia il minor impatto doloroso sulla tua piccola amica pelosa. 

Chirurgia laparoscopica: la magia della mini invasività.

La chirurgia mini invasiva è una tecnica chirurgica eccezionale che ha cambiato il modo di intervenire sugli umani e sugli animali.

Si differenzia dalla tecnica tradizionale dal fatto che, mentre in quest’ultima si apre (quindi si taglia e si porta all’esterno dell’organismo l’organo da trattare, oppure si spostano altri organi per poter mettere in evidenza quello su cui intervenire) nella tecnica con laparoscopia, si entra attraverso due o tre forellini (a seconda del tipo di intervento) con gli strumenti chirurgici e si guarda all’interno grazie ad una mini telecamera.

Come i super eroi che hanno vista magica, noi effettuiamo le terapie chirurgiche necessarie senza aprire l’organismo, ma entrando in esso, con delicatezza estrema.

Sterilizzazione del cane: tecnica tradizionale o in laparoscopia?

Quando mi fanno questa domanda io rispondo (lo so non si dovrebbe fare…) con un’altra domanda, per farti capire la differenza tra le due tecniche.

Se dovessi scegliere per te, ti faresti operare in tecnica tradizionale, in cui ti devono:

  • fare un taglio,
  • spostare e divaricare i muscoli che sono in quella sede,
  • tirare fuori degli organi,
  • che sono tenuti nella loro posizione da dei legamenti,
  • che dovrò quindi stirare (senti già dolore lo so…),
  • poi richiudere il taglio con dei punti,
  • poi metterti un collare Elisabetta (perché se no ti morderesti e leccheresti il ventre perché ti fa male….),
  • e poi prendere antibiotico e antidolorifico (e quindi i fermenti lattici perché gli antibiotici fanno bene, ma male dall’altra parte),
  • resta a riposo se no la ferita si gonfia,
  • controlla la ferita i punti sono tutti a posto?
  • torna a togliere i punti….
Cane con Collare Elisabetta, necessaria contenzione dopo intervento di sterilizzazione in tecnica classica.

Oppure ti faresti operare in laparoscopia, in cui ti devono:

  • addormentare,
  • fare qualche forellino,  
  • intervenire all’interno dell’organismo, senza spostare l’organo dalla sua sede,
  • farti risvegliare senza punti da togliere o controllare,
  • senza dover prendere farmaci,
  • senza dover stare fermo, perché non c’è il rischio di gonfiore della ferita (semplicemente la ferita non c’è…)?

La risposta mi sembra scontata. Ma altre sono le domande che mi fanno sull’argomento e oggi vorrei rispondere proprio a tutte.

Ambulatorio veterinario Fiocco Scalvi detartarizzazione

Chirurgia laparoscopia veterinaria, ma perché costa di più della chirurgia classica? Comprendiamo il prezzo di questo intervento.

Molti si lamentano del costo della sterilizzazione in laparoscopia nel cane.
Mi dicono che il prezzo è alto, più alto della tecnica classica.
In realtà a mio parere si sbaglia approccio, perché si mettono a paragone due cose che non hanno nulla in comune tra di loro.

La tecnica laparoscopica ha dei costi superiori per il medico e per la struttura. Il medico deve:

  • prima di tutto formarsi,
  • frequentare dei corsi di specializzazione,
  • poi continui aggiornamenti sulle nuove possibilità e miglioramenti che la tecnologia mette a disposizione,
  • la strumentazione utilizzata per effettuare questi tipi di interventi è molto costosa,
  • deve essere effettuata una manutenzione rigorosa e continua,
  • il chirurgo deve essere assistito da una professionalità specializzata in questa tecnica. 

Tutti questi sforzi sono affrontati solo ed esclusivamente per poter dare un servizio che vada incontro alle esigenze di proprietari consapevoli che il benessere dei propri animali, passa anche dal loro sentir meno dolore.

Non è dunque il prezzo ad essere più alto, ma la qualità della prestazione offerta, che non ha paragoni !

Se infatti si mette a confronto il prezzo della tecnica mini invasiva, con quello dell’intervento classico si fa un errore, perché sono due cose totalmente diverse.

Nella tecnica chirurgica classica infatti (anestesia a parte) le attrezzature necessarie sono minime e con costi non paragonabili.

Laparoscopia nel cane: a Verona trovi noi.

La nostra struttura, da anni offre servizi di alta qualità, nel rispetto del benessere degli animali.

CONTATTACI DA QUI.

Il nostro primo interesse è quello di cercare il modo di far soffrire il meno possibile i nostri amici a 4 zampe, consci del fatto che l’assenza di parole parlate, non significa incapacità di provare sentimenti e dolore.

Ecco perché siamo alla costante ricerca di nuove e sempre meno invasive, tecniche chirurgiche. 
Lo dimostrano gli ultimi investimenti fatti con l’acquisto di un nuovissimo bisturi per la chirurgia delle parti molli, (Laser Enseal) che taglia e cauterizza contemporaneamente.

Chirurgia laparoscopica Verona

L’enorme vantaggio è quello di non creare o ridurre al minimo, gli effetti secondari come il possibile sanguinamento o gonfiore (edema) di parti tanto delicate come il palato molle o tutti i tessuti con grande vascolarizzazione (quindi con possibilità maggiori di sanguinamento e gonfiore, causato dal trauma di un intervento).

Bufale sulla laparoscopia nel cane

Ed ecco qualche curiosità.

Spesso mi chiedono se:

  • è vero che la chirurgia mini invasiva, la laparoscopia quindi, sia controindicata sugli animali di piccole dimensioni, come i gatti o le razze di taglia toy ?

Bene la risposta è no, non è vero!
La chirurgia mini invasiva è SEMPRE indicata, a patto che venga praticata da personale esperto.

  • E’ vero che in tecnica laparoscopica l’intervento di sterilizzazione dura di più, rispetto alla classica e quindi l’impatto dell’anestesia potrebbe essere più grave?

La risposta qui è dipende, dalla capacità del chirurgo.
Il fatto di aver effettuato per anni l’intervento con questa tecnica ci porta ad essere veloci tanto quanto la tecnica classica, ma non tutti hanno la stessa manualità.

Ciononostante, se anche l’intervento durasse qualche minuto di più, l’impatto doloroso è tanto inferiore da compensare ampiamente la maggior durata dell’anestesia.

Quest’ultimo aspetto, inoltre, deve sempre essere valutato a priori rispetto all’intervento, con esami di controllo pre-operatori che possano mettere in evidenza una possibile patologia.

Sterilizzazione del cane femmina in laparoscopia: cosa ne pensano i nostri pazienti di Verona?

La cosa che più ci piace è ascoltare le reazioni delle persone che hanno portato a casa la loro cagnolina.

Con la tecnica classica, si aspettano un animale abbattuto, dolorante e con la schiena inarcata, per aver subito un taglio importante sotto la pancia e uno stiramento dei legamenti interni. 
Il collare Elisabetta poi li rende ancora più tristi.

Con la sterilizzazione in laparoscopia, la femmina torna a casa senza nemmeno essersi accorta di essere stata operata. 
Vitale e attiva come sempre, non si guarda nemmeno la pancia.

Qualche ora di digiuno (proprio perché ha subito un intervento) e poi si torna alla vita normale.

A volte ci richiamano, per sincerarsi che sia vero che li abbiamo operati… hi hi hi.

Insomma sono davvero contenti. E lo dimostra il fatto che il cane, quando torna da noi, non è mai spaventato!

Non ci credi? prova a passare nella nostra pagina Facebook e leggi cosa raccontano i nostri pazienti di questa loro esperienza.

Stai pensando di fare questo tipo di intervento? Chiamaci, trovi il pulsante proprio in fondo a tutto il sito…. scorri, scorri…. il pulsantone bianco.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *